Browse Category

Antifascism

Heimatreihe 2018
AntifascismCommunityEmpowermentEventsHeimat

Heimat Revolutions

Mai 14, 2018

Due anni fa abbiamo iniziato un percorso che ci ha portato ad indagare il concetto di HEIMAT nelle sue varie accezioni e usi. Ammirandone la pluralità espressiva senza eliminare la criticità del suo uso in molti contesti reazionari abbiamo compreso che era necessario mettere in discussione la Deutungshoheit (monopolio della definizione) che alcune organizzazioni avevano su questo Begriff. La nostra idea – uscita dai due incontri che abbiamo fatto sul tema – è che ognuno deve poter definire cosa sia e cosa significhi HEIMAT per lui/lei. Deve essere anche possibile dire che non si vuole avere niente a che fare con questo termine e che lo si ripudia. Una cosa che bisogna fare è capire cosa provano le persone intorno a noi e che cosa è per loro HEIMAT.

In Sudtirolo quando si parla di HEIMAT si parla di società, di politica, di religione, di lingua e di molto altro ancora. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di potenziare il format HEIMAT rendendolo – rispetto alle prime due puntate – più variegato grazie all’estensione ad altri luoghi e ad altri temi. È importante discutere e confrontarsi sui temi che riguardano il nostro territorio, perché è proprio il modo in cui ne parliamo che determina il nostro rapporto con esso. La cura delle parole e del discorso rappresenta quindi solo un primo passo verso una cittadinanza consapevole e impegnata.

Si tratta di Revolutions perché nell’anno del centenario c’è molto lavoro da fare e una sola non poteva bastare e non basterà nemmeno in futuro. L’idea è quella di aprire laboratori permanenti sul e nel contesto locale, fare comunità e rendere le persone più emancipate nella formazione delle proprie opinioni. Questo forse non succederà subito, ma noi c’eravamo ieri, ci siamo oggi e molto probabilmente ci saremo anche domani.  Ci saremo innanzitutto per dimostrare che HEIMAT fa rima con pluralità e con solidarietà. Perché chiunque si impegna e si assume delle responsabilità deve avere la libertà di potersi sentire a casa, ovunque essa sia.

* scaricare il flyer
* sito web dedicato https://heimat2018.wordpress.com

blut-muss-fliessen
AntifascismCultureEventsMusic - Books - FilmsPast activities

Proiezione del film-documentario „Blut muss fließen“ di Peter Ohlendorf 30/04/2015

September 13, 2016

In collaborazione con L’Ost-West club di Merano abbiamo portato in Italia questo interessante film-documentario dal titolo forte, „Il sangue deve scorrere“, che ben ne identifica i contenuti. La rappresentazione infatti documenta la scena neonazi in Germania,Italia, Austria, Svizzera e Ungheria tramite una serie di filmati raccolti sul campo da un giornalista sotto copertura. Molteplici sono le immagini e i suoni che inneggiano al Nazionalsocialismo e all’odio razziale durante questi eventi poco controllati dalle forze dell’ordine e presi troppo poco in considerazione dai politici.
Il progetto presentato si è svuiluppato in due giorni distinti: il 29/04/2015 a Merano grazie alla collaborazione con l’Ost-West Club e il 30/04/2015 a Brunico. Durante la data pusterese il film è stato presentato dapprima nelle scuole durante la mattinata e successivamente al Teatro Kolping in serata in un incontro aperto a tutta la cittadinanza in collaborazione con il Filmclub Bruneck e con l’intervento di Armin Mutschlechner, membro della comunità attivo nel campo della formazione dei giovani. Tutte e due le rappresentazioni sono andate molto bene, hanno riscosso notevole successo e contribuito a creare una discussione positiva sull’argomento. Il nostro intento fina dal principio fu quello di promuovere infatti la discussione su questo tema che oltre che essere sempre attuale ci riguarda anche un pò da vicino, conoscendo gli episodi di estremismo di destra che turbano periodicamente la nostra comunità.
Volevamo e vogliamo rendere consapevoli sopratutto i giovani che il razzismo e le barriere sono concetti che non appartengono più alla nostra epoca e che la diversità è una ricchezza per tutti.